Progetto aria e fuoco - Scuola Infanzia Artegna

Vai ai contenuti
Progetto aria e fuoco
Scuola dell'Infanzia Artegna
Area disciplinare di riferimento
Progetto pluridisciplinare

Descrizione
La natura offre ai bambini sempre nuove, numerose e significative occasioni per cimentarsi nell'abilità di osservare con attenzione, per esercitare la capacità di mettere a confronto "interpretazioni", per imparare a trarre conclusioni sensate in una definizione e per acquisire il pensiero scientifico. Il progetto annuale si colloca nell’ambito di un più ampio progetto pluriennale basato sulla scoperta dei 4 elementi. Dopo i due anni dedicati alla terra e all’acqua, l’anno in corso avra come protagonisti il fuoco e l’aria. La consapevolezza che nei bambini della scuola dell'infanzia sia necessario diffondere la passione per l'indagine e il piacere della scoperta con una ricca offerta di esperienze, via via più complesse, di esplorazione e di riflessione, costituisce la base dell'elaborazione di un percorso didattico formativo, ispirato alla conoscenza, che consenta ai piccoli di esercitare le naturali abilita di osservazione e ricerca dei "perché", trasformandole in consolidate competenze scientifiche. Gli elementi naturali costituiscono ottimi spunti di indagine, svolgendo un ruolo importante nella nostra vita quotidiana, dal momento che tutto contiene uno o più elementi contemporaneamente, che si collegano tra loro pur mantenendo, ciascuno, le proprie caratteristiche ben distinte. Essi saranno occasione per scoprire le correlazioni con gli altri, nell’ottica dell’interdisciplinarità didattica, promuovendo la trasversalità dell’apprendimento tramite il confronto con la complessità del reale.

Referenti
Tutte le insegnanti della Scuola dell'Infanzia

Destinatari
Tutti i bambini della Scuola dell'Infanzia

Tempi
L'intero anno scolastico. Il progetto sarà diviso in due fasi, considerando anche la relazione tra le proposte didattiche sullo specifico elemento e le stagioni: da ottobre a dicembre al centro delle proposte didattiche ci sara l’elemento fuoco, mentre da febbraio ad aprile ci sara l’elemento aria.

Obiettivi formativi e competenze
 
a) Il bambino manifesta un atteggiamento empirico nei confronti dei fenomeni e delle esperienze, nello specifico:
    • osserva e analizza situazioni ed eventi;
    • formula ipotesi e previsioni relative ai fenomeni osservati e le verifica;
    • riconosce alcune proprietà e caratteristiche del fuoco e dell’aria;
    • opera classificazioni tra oggetti;
    • stabilisce relazioni temporali, causali e logiche;
    • affinare le proprie capacità di problem solving, confrontandosi con situazioni problematiche.
b) Il bambino manifesta comportamenti di tutela dell’ambiente, di se stesso e della comunità in particolare:
    • incrementa la propria consapevolezza e sensibilità nei confronti dell’ambiente;
    • formula ipotesi su tematiche ecologiche;
    • manifesta atteggiamenti di rispetto e cura dell’ambiente;
    • riconosce i benefici dell’utilizzo da parte dell’uomo degli elementi fuoco e aria;
    • riconosce i rischi legati ad un uso improprio degli elementi.

c) Il bambino collabora e dialoga con l’altro, nello specifico:
    • usa diverse tecniche espressive e comunicative;
    • sviluppa la capacità di lavorare in gruppo, di negoziare e cooperare.

d) Il bambino interiorizza e fa proprie le esperienze vissute:
    • passa dall’esplorazione senso-percettiva alla rappresentazione simbolica del vissuto;
    • rappresenta la natura attraverso il disegno, la pittura e altre attività manipolative;
    • verbalizza le proprie esperienze;
    • arricchisce il proprio vocabolario.

e) Il bambino mette in atto un approccio di tipo esplorativo e affettivo nei confronti della natura:

    • manifesta curiosità e meraviglia nei confronti della natura;
    • usa i sensi per discriminare caratteristiche e proprietà degli elementi naturali e dei fenomeni;
    • esplora con il colore alcuni aspetti percettivi dell’ambiente;
    • vive la propria corporeità attraverso gli elementi della natura;
    • scopre e riconosce i suoni della natura;
    • sviluppa la manualità e affina differenti percezioni.

Per
i bambini scoprire ciò che li circonda è sempre un'avventura magica e piena di risorse. Il contesto nel quale la scuola si trova offre sempre numerosi stimoli da tanti punti di vista. In questo progetto i bambini saranno accompagnati a scoprire la natura in chiave scientifica, attraverso la metodologia della ricerca, dell'azione, della sperimentazione, portandoli a ipotizzare e verificare il perché , il come e il quando si manifestano certi fenomeni, a osservare i cambiamenti e le trasformazioni che si determinano nella natura. Partendo da questi presupposti verranno proposte esperienze pensate per offrire l’opportunità di osservare la realtà in modo divertente e coinvolgente.
Il Fuoco
Il Fuoco è un elemento naturale poco conosciuto dai bambini a causa della sua pericolosità, ma allo stesso tempo molto accattivante, pertanto è stata sviluppata un’elaborazione progettuale mirata a toccare vari aspetti come:
  • i colori e i rumori: scoprire il fuoco attraverso i sensi;
  • gli usi del fuoco da parte dell’uomo e, pertanto i mestieri che si servono del fuoco, come ad esempio il cuoco, il vetraio, i vigili del fuoco; quest’ultimo mestiere sarà occasione per affrontare il tema della prevenzione, del pericolo del fuoco e di come si spegne il fuoco, riconducendo e collegando tali argomenti alle esercitazioni d’evacuazione che si svolgeranno durante tutto l’anno;
  • la scoperta del fuoco e i modi che venivano utilizzati per accenderlo;
  • gli esperimenti sul fuoco, riguardanti la combustione, il fenomeno della luce e delle ombre (osservabile anche grazie agli oggetti che utilizzano il fuoco allo scopo di emanare luce, come candele, torce e lanterne), i vulcani, le cose che bruciano e quelle che non bruciano e i concetti di temperatura e calore;
  • fuoco come fonte di energia e vita;
  • il fuoco dal punto di vista culturale e suoi variegati significati.

L'aria
L'aria è un dono prezioso e ci permette di vivere, ma non si tocca e non si vede ed è tutta da scoprire:
  • sperimentare e implementare le capacità legate alle azioni del soffiare e del gonfiare e comprendere il ruolo dell’aria in tali azioni, a partire dall’osservazione degli effetti concreti sugli oggetti e la materia (come ad esempio la creazione di bolle di sapone, il gonfiare palloncini, il soffiare per far ruotare una girandola etc.);
  • la respirazione;
  • l’esplorazione sensoriale dell’aria e del vento, tramite l’osservazione degli effetti sul mondo e la percezione del proprio corpo a contatto con tale elemento, a cui si ricollegano le sensazioni di tipo personale ed emotivo che ognuno può sperimentare;
  • l’osservazione e la creazione di oggetti che necessitano del vento o dell’aria, come gli “scacciapensieri”, le girandole e gli aquiloni;
  • osservare e scoprire il volo: dagli animali che volano ai mezzi (con e senza motore);
  • le macchine di Leonardo Da Vinci e le sue idee per realizzare il sogno che anche l’uomo potesse volare;
  • gli esperimenti con e sull’aria;
  • i giochi che sfruttano l’aria e le azioni del corpo ad essa legate.
Scuola dell'Infanzia Artegna - Fuoco
Scuola dell'Infanzia Artegna - Aria
Sito web creato da Selina Rosset
Scuola Infanzia Artegna Mons. Castellani
Associazione "Crescere con i Piccoli"
Via Montenars, 24
33011 Artegna UD
Telefono: 0432987238
C.F.: 02009200300
Partita IVA: 02009200300
Decreto parità nr. Z 488/L715
Prot. 488/1115 del 28/02/2001
Contattaci!
Seguici
Torna ai contenuti